giovedì 7 febbraio 2019

Recensione "Quella notte tutto è cambiato" di J.S. Cooper

Voglia di trovare un libro che ci stravolga vieni a Noi!!! 

Abbiamo letto, come facciamo sempre. Siamo state attirate dalla sinossi, come accade sempre. 
Trama a dir poco sfavillante ma... il resto ci ha lasciato del tutto indifferenti. Una tantum faremo una recensione dove fin da subito diciamo "questo matrimonio non s'ha da fare!".

Senza perdere ancora tempo... vai di recensione!!!!!!



Titolo: Quella notte tutto è cambiato
Serie: Rhett #1

Autrice: J.S. Cooper

Casa Editrice: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione: 14 gennaio 2016

Genere: New Adult

TramaMi chiamo Rhett. Sono presuntuoso perché me lo posso permettere: ho lo sguardo adatto, i soldi, ci so fare. Sono quello con cui ogni ragazza vuole stare, anche se nessuna di loro è stata mai capace di legarmi a sé. Non voglio relazioni. Né mi sposerò mai. Ogni settimana c’è una donna diversa nel mio letto. I miei amici sono gelosi di me. I miei nemici m’invidiano. Chiunque vorrebbe essere al mio posto. E tutto nella mia vita è assolutamente perfetto. Il mio primo bacio a scuola è stato con Clementine. Lei è simpatica. Abbiamo sempre condiviso tutto. Ma non siamo mai stati insieme perché io non la amo. E proprio non m’interessa se si è innamorata di un altro e ha deciso di andarsene, di trasferirsi per un ragazzo. Non mi importa perché non ne sono innamorato. Perché non mi lego a nessuno. Mai. Questo pensavo. Poi una notte tutto è cambiato. Quella notte, tutto ciò in cui credevo è stato messo in discussione. E a un tratto, essere Rhett non significava più molto.







Non sono sempre un bravo ragazzo. Cosa che, del resto, è nota a tutti. Mi piace divertirmi, mi piacciono le donne, e non ho paura di dire quello che penso.”

Ci siamo cascate... parole del biondino occhi azzurrissimi/sorriso da fare sciogliere i ghiacciai/faccio delle donne quello che voglio e noi ci siamo cadute calzate e vestite! 
Lo stallone 21enne - ergo stalloncino problematico con carenze affettive materne - aveva iniziato, diciamo, con il piede giusto. Però poi... Ha finito per andarci di traverso. Pesantemente. Completamente.
Metà libro e già non ne potevamo più. Ma avremmo dovuto chiudere tutto e lasciar stare???
Ovviamente no e per questo abbiamo optato per un gioco diverso. Vediamo se Mister Stereotipo fa o dice quello che pensiamo farà e dirà. E... abbiamo vinto!!! Bingo!!! Tombola!!! Usate quello che volete, sta di fatto che noi di Amiche per i Libri abbiamo vinto la "sfida" con il suddetto Mister Alabama/CarolinedelSud o di dovunque accidenti sia.
Siamo state brave e abbiamo/ci siamo messe KO... semplicemente perché siamo state delle illuse!! E cosa più importante e fondamentale... Siamo state DELUSE!!!

Ecco cosa hai fatto Rhett Madison. Tu con la tua Clementine O'Hara ci avete profondamente deluse. Che poi... Rhett... O'Hara... Palesissimo riferimento a Rhett Battler e Rossella O'Hara???? Certamente!!!


J.S. Cooper insieme alla Newton Compton Editori sicuramente ci odieranno se mai avranno modo di leggere le nostre delicatissime parole in merito, ma... Francamente me ne infischio... È proprio il caso di dirlo!

Quella notte tutto è cambiato ci ha lasciate del tutto indifferenti. 
Però con onestà, vi dobbiamo anche dire che abbiamo trovato qualche punto a favore. Uno è palese fin dall'inizio della lettura e per nostra fortuna si è protratto per l'intera narrazione. Abbiamo a che fare con un point of view maschile. Sia lodato il punto di vista maschile, sempre sia lodato. 

Ma, ahinoi, abbiamo cantato vittoria troppo presto. Quella notte tutto è cambiato è stato di una prevedibilità più che imbarazzante. Leggere questa storia ha messo a dura prova la nostra pazienza e buona educazione. 
Questa nostra recensione, dove mandiamo alle ortiche la diplomazia, ne è la dimostrazione - il che fa pure rima - . L'alternativa sarebbe stata proporvi una finta, falsa, ipocrita e molto "seguo la massa" di recensione... L'avreste preferita? Noi assolutamente ... NO!!! Se cercate questo avete sbagliato angolo bloggeroso.


Il secondo punto a favore di cui vi parlavamo non è un dato di fatto ma una speranza. Anzi, una preghiera affinché l'autrice abbia evoluto e trasformato la suddetta Rhett Series in qualcosa che valga davvero la pena di leggere.
Del resto, ci siamo ritrovate sotto agli occhi una narrazione che è stata disseminata di cliché, frasi fatte e dialoghi spiccioli! 

Forse siamo state assai stronzettine nell'esporvi il nostro giudizio. Comunque sia, per un pubblico alle prime armi e che si accontenta di qualcosa di moooolto leggero, potrebbe risultare più che adatto. Per noi che maciniamo pagine su pagine è una doverosa bocciatura 🙅


PS abbiamo trovato un'altro punto a "favore". 
Abbiamo letto solo per vedere come se la sarebbe cavata il belloccio davanti al binomio amicizia/amore
Siete pronte????
Lui può spassarsela con mezza nazione americana ma mi raccomando, lei è vergine, pura e casta e non appena le si avvicina del testosterone, ecco che parte il "fate largo che lei è la mia migliore amica ma sia chiaro, amica da 15 anni, io non credo nell'amore, io non mi sposerò. Mai. Tutti se ne vanno prima o poi. Anzi sapete cosa faccio? Per togliermi Clementine dalla testa mando venticintordici messaggi random ad appartententi al sesso opposto che mi muore ai piedi. Datemi retta: la mia infallibile tattica funzionerà." viene gridato a gran voce. 
Credici Rhett Madison. Credici. 
Noi abbiamo voluto darti una chance, beh, siamo pur sempre tanto gentili e oneste... Ora sta a voi scegliere se seguire il nostro "esempio" oppure dire "passo!".

In qualunque caso... Buona fortuna amiche!!!



Nessun commento:

Posta un commento